Feed RSS

Archivi del mese: gennaio 2013

Le Camille di Sara Papa

Inserito il

foto[1]

E’ l’ora della merenda!!! Voi cosa mangiate? Alcuni sono sicura che risponderebbero un frutto o uno yogurt magro, “perchè sono a dieta”, ma io provo a proporvi delle squisite tortine! Non inorridite subito voi che siete a regime… sono alle carote e sono senza burro. Ricordate le Camille del Mulino Bianco? Queste però sono fatte in casa con tanto amore di chi le prepara, sono più genuine e la ricetta viene da un libro della grande maestra di cucina Sara Papa, specializzata nella panificazione e pasticceria. Oltre alle carote che fanno tanto bene, ci sono le mandorle ricche di grassi buoni, sali minerali, vitamine del gruppo B, fibra alimentare e polifenoli. Mangiare sano con gusto, è quello che dovremmo cercare di fare.

foto[1] (2)

Perfette in abbinamento con un tè rooibos aromatizzato alla cannella e arancia o tè rosso africano. E’ un tè naturalmente privo di caffeina, con un basso contenuto di tannini che lo rende più dolce a lungo. Inoltre è molto salutare, possedendo proprietà antiossidanti, antivirali, digestive, tonificanti ma anche rilassanti. Insomma è un elisir di lunga vita naturale ma è anche molto buono!

foto[1] (3)

Ingredienti: (per 18 camille)

150 g di farina 0

300 g di carote a pezzetti

200 g di mandorle spellate in polvere

230 g di uova (4 circa)

250 g di zucchero

1/2  bustina di lievito in polvere

la scorza grattugiata di 1 arancia

burro per gli stampini

sale

Procedimento: Leggi il resto di questa voce

Annunci

Pasta pasticciata in forno

Inserito il

 foto[1] (2)

Questo è un piatto pieno di ricordi, una pasta dell’infanzia, che mi ricorda appunto questo periodo e che mi fa tornare un po’ bambina. La cucinava  spesso la mamma di una mia amica dell’elementari quando andavo a casa sua. La sua versione era col ragù, molto golosa ma un pochino più pesanteIo sia per mancanza di ingredienti che per farla leggermente più leggera ho usato una pomarola fatta da me. La soddisfazione a mangiarla è comunque tanta. Un piatto unico che dà felicità in quelle giornate un pò uggiose e fredde d’inverno. Questa versione è anche molto veloce, per stupire magari degli ospiti improvvisi! Ed è subito festa… 🙂

Ingredienti: (per 4 persone)

320 g di mezze maniche rigate o penne rigate non troppo piccole

500 g di passata di pomodoro ( possibilmente fatta in casa in estate)

1 cipolla rossa media

50 g di farina

50 g di burro + altro per imburrare

500 ml di latte

noce moscata

sale, pepe, olio evo, parmigiano reggiano q.b.

Procedimento: Leggi il resto di questa voce

Tronchetto di Natale al cioccolato fondente

Inserito il

foto[1]

Il primo post dell’anno non può essere  celebrato senza un dolce. Finite tutte le feste più belle dell’anno, rimango “ancora un attimo”  in clima natalizio, con una ricetta golosa e molto celebrativa: il tronchetto di natale o büche de noël. Che sta ad indicare il ceppo di legna più grosso che veniva fatto bruciare nel camino, proprio il giorno di Natale. Con questo clima rigido, il camino acceso ci sta proprio bene, una fetta di rotolo al cioccolato anche di più!  Buon anno a tutti allora! Anzi, rimanendo nella tradizione francese, Bonne Annè!

Il mio büche de noël consiste in un pan di spagna molto leggero, arrotolato e farcito con crema pasticciera al cioccolato fondente, ma in alternativa si può usare una creme ganache fatta con cioccolato e panna o un vasetto di crema alla nocciola (es. la nutella). Trovo che la crema pasticciera sia meno stucchevole e meno pesante delle altre, così da essere apprezzata maggiormente anche a fine pasto. Inoltre grazie alla sua consistenza inumidisce il pan di spagna in  modo perfetto. 

Consiglio di preparare prima la crema e poi il pan di spagna, cosicchè essa abbia il tempo di raffreddare in modo adeguato e anche perchè quando il dolce esce dal forno va arrotolato subito. 

image

Ricetta Crema pasticciera al cioccolato: Leggi il resto di questa voce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: